Il 18 settembre 2012, Bastogi spa ha ricordato il 150° anniversario di fondazione (1862-2012) con un incontro-racconto, della sua storia che in 150 anni si è intrecciata attraverso tre secoli con quella dello sviluppo industriale ed economico del nostro Paese.

 

Un viaggio di riscoperta tra continuità e discontinuità, tra bufalo e locomotiva, raccontato dal Professor Giandomenico Piluso, attraverso le “Strade ferrate meridionali” promosse dal fondatore della Società, il conte Pietro Bastogi, la quotazione in Borsa, le azioni e le obbligazioni per vedove e orfani, le attività nell’industria elettrica, quelle immobiliari e finanziarie, il periodo di Alberto Beneduce, le scalate, l’acquisizione da parte del Gruppo Cabassi; per poi ricominciare dalla Bastogi di oggi: una holding di partecipazioni che opera prevalentemente nei settori dei servizi per l’arte e della cultura.

 

La storia è stata anche un’occasione per riflettere sulla situazione economica attuale e sulle prospettive future, con gli economisti Luigino Bruni, Christian Marazzi e il giornalista de La Stampa, Marco Alfieri.

 

Infine, l’intervento artistico “Coincidenze” di Virginia Zanetti, in collaborazione con l'Associazione FARE, ha ridato vita ai tracciati ferroviari, ora coperti dall’asfalto, che dalla vicina stazione di Porta Vittoria attraversavano il cortile del complesso dei Frigoriferi Milanesi, sede attuale del Gruppo Bastogi.

 

I documenti storici di Bastogi esposti durante la giornata sono stati gentilmente concessi dalla Fondazione ISEC.

Home » Menu » 150 anni
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in: 0.062 secondi
Powered by Simplit CMS